Topic 4 Diversità e inclusione ai tempi dell’apprendimento a distanza

  • La diversità generalmente si riferisce a differenze fisiche o socioculturali reali o percepite attribuite alla persone.
  • L’equità si riferisce al trattamento equo delle persone in termini sia di opportunità che di risultato.
  • Infine, l’inclusione si riferisce alla creazione di una cultura che promuova l’integrazione dei diversi gruppi.
  • Diversità, equità ed inclusione sono termini divenuti onnipresenti nel mondo dell’insegnamento e ruotano attorno alle differenze: di genere, età e di forma del corpo; razza ed etnia; classe e status sociale; religione e identità culturale.
  • Questi elementi hanno bisogno di raggiungere una maggiore fluidità; più se ne parla nel panorama accademico maggiori saranno le possibilità di sviluppare contesti e strumenti per aiutare la società ad essere più inclusiva.
  • Promuovere l’abilità degli studenti anche attraverso l’apprendimento a distanza in modo da aumentare la convinzione che le abilità non sono fisse ma possono cambiare. Incoraggiando gli studenti a non smettere di provarci.
  • Promuovere un apprendimento attivo per mantenere gli studenti coinvolti anche nelle classi condotte in remoto attraverso strumenti tecnologici disponibili per creare attività coinvolgenti.
  • Per esempio se l’insegnamento avviene tramite piattaforma Zoom potrebbe essere possibile condurre attività di condivisione a coppie e utilizzare le breakout room per altre discussioni. Tramite Zoom è possibile anche utilizzare una lavagna digitale in modo collaborativo, in modo che gli studenti possano scambiarsi idee, creare giochi, quiz live e altre attività usando diverse applicazioni.
  • Come nelle lezioni o nei corsi in presenza gli educatori e le scuole devono continuare a connettere quello che viene spiegato nelle lezioni online con le implicazioni del mondo reale.
  • Le abilità degli studienti includono sia le loro reali capacità ma anche la percezione che hanno di tali abilità, o senso di autoefficacia. In altre parole, gli studenti hanno bisogno di sentirsi capaci.
  • L’ulteriore sfida della didattica a distanza può danneggiare la fiducia degli studenti; per promuovere le capacità degli studenti è necessario utilizzare una mentalità di sviluppo, ovvero credere che tali capacità non siano stabili ma possano cambiare, in modo da incoraggiare gli studenti a provarci ancora.
  • Non tutti gli studenti hanno la possibilità di accedere alle condizioni ideali della didattica a distanza. Gli educatori devono essere a conoscenza delle risorse degli studenti: tecnologia, tempo, condizioni di vita ecc. e avere un piano per adattarsi alle specifiche situazioni dei singoli studenti quando necessario, in modo da mantenere l’inclusione per tutti anche in presenza di bisogni educativi speciali.
  • Fornire costantemente dei feedback in modo che gli studenti possano riconoscere i loro progressi proprio come nei corsi in presenza.
  • Le lezioni in remoto si rivelano anche un’opportunità per sfruttare le capacità di auto valutazione.
  • Insegnanti ed Educatori, quando assegnano i compiti, possono scomporre i problemi, i compiti più lunghi e i progetti in fasi distinte e obiettivi più piccoli in modo che siano meno opprimenti.
  • In più, un modo importante in cui gli studenti possono acquisire sicurezza, è attraverso i gruppi di lavoro: per contribuire ad alleviare problemi di comunicazione tra i membri del gruppo è possibile definire dei ruoli per i membri stessi e aiutare tali gruppi a stabilire un piano di comunicazione prima di cominciare un nuovo lavoro.