Topic 3 Strategie Specifiche per gestire la depressione 

3.1. Attivazione comportamentale

  • Per attivazione comportamentale si intendono le attività o la partecipazione a situazioni piacevoli che comportano il contatto con un rinforzo positivo. Ad esempio, se siete una persona a cui piace lo sport, incoraggiarvi a praticare uno sport come il tennis sarà un modo per ottenere un rinforzo positivo per migliorare il vostro umore.
  • L’obiettivo è far sì che la persona avvii un cambiamento comportamentale, perché quando una persona si sente depressa tende a essere più inattiva e a rinunciare ad attività piacevoli. Per questo è importante che i comportamenti messi in atto siano finalizzati al raggiungimento di obiettivi significativi e che abbiano elevate probabilità di essere rinforzati dal contesto.

Guardate questo video che contiene alcuni suggerimenti per l’attivazione comportamentale: https://www.youtube.com/watch?v=HBVACtJCN3M 

3.2. Mindfulness

→ Stessa tecnica trattata al paragrafo 2.8. del Topic 2: specifiche tecniche per gestire lo stress.

  • È una pratica basata sulla meditazione che consiste nell’allenare l’attenzione a essere consapevolemente rivolta al momento presente.
  • La mindfulness consiste nel lasciare che i pensieri fluiscano senza opporre resistenza o dare giudizi, semplicemente osservando come vanno e vengono. Occorre precisare che è importante distinguere tra il fatto di focalizzare l’attenzione e l’atteggiamento con cui lo si fa. Oltre a concentrarsi sul presente, si dovrebbe adottare un atteggiamento caratterizzato da curiosità, apertura e accettazione.
  • Le pratiche di mindfulness possono essere formali o informali. La pratica formale della mindfulness richiede almeno 45 minuti al giorno di esercizi di meditazione mindfulness. D’altra parte, la pratica informale della mindfulness consiste nell’applicare le abilità di mindfulness in qualsiasi azione quotidiana, come mangiare o camminare.

Guardate questo breve video per scoprire come praticare la mindfulness: https://www.youtube.com/watch?v=bLpChrgS0AY

3.3. Ristrutturazione cognitiva

→ Stessa tecnica descritta nel Topic 1: strategie specifiche per gestire l’ansia.

  • Consiste nell’identificare e mettere in discussione i pensieri disadattivi. Questi saranno poi sostituiti da altri più appropriati e il disagio emotivo causato da tali pensieri sarà attenuato o addirittura eliminato.
  • Questa tecnica consiste nel valutare i pensieri automatici negativi che si verificano in situazioni che provocano ansia o altri disturbi emotivi (ad esempio, “Pensano che io sia noioso”) e nel sostituirli con convinzioni o pensieri più razionali (ad esempio, “Non posso leggere la mente degli altri, probabilmente ora sono stanchi”).

Non è una tecnica facile, ma si possono fare alcune azioni. Guardate questo video se siete interessati! https://www.youtube.com/watch?v=YxJCM-hXp-M